Salute della donna
Inserto di 7 Corriere della Sera, 28 aprile 2018

Francesca Merzagora, Professor Alberto Massirone

Prevenire la cellulite ora si può

Combattere il nemico numero uno di ogni donna, la “cellulite”, ora si può: grazie alla prevenzione.

Problema tipicamente femminile in quanto correlata agli equilibri ormonali e non solo, ne soffre il 90% delle donne dall’adolescenza alla menopausa, indipendentemente dal peso corporeo, con tassi di incidenza importanti nella stagione post menopausa dove molto spesso si assiste a un cedimento dell’impalcatura del tessuto adiposo.

Un problema non solo estetico quindi, la “cellulite” è un inestetismo della pelle che si manifesta con il classico aspetto bucherellato a “buccia d’arancia” e che indica una problematica legata al tessuto connettivo. Un’alterazione delle cellule del tessuto adiposo quindi e della microcircolazione locale che si concentra in specifiche zone del corpo che se trascurate e non indagate per tempo e in profondità possono evolvere in vere e proprie patologie più gravi come problemi vascolari o di tipo posturale.

Essendo una problematica multifattoriale, necessita di interventi su più fronti: si comincia a seguire una dieta maggiormente equilibrata combinata ad una corretta idratazione e seguita da una regolare attività fisica. Per sensibilizzare al tema della P.E.F.S. (Panniculopatia Edemato Fibro Sclerotica), comunemente definita “cellulite”, sulle possibili evoluzioni e rimedi terapeutici, sul corretto stile di vita e abitudini alimentari per prevenirla, anche per il 2018, la Società Italiana di Medicina ad indirizzo Estetico Agorà promuove i mesi della prevenzione dalla “cellulite”.

Durante tutto il mese di aprile e maggio sarà infatti possibile prenotare uno screening gratuito presso uno dei Medici Estetici aderenti all’iniziativa, diplomati in Medicina Estetica e associati alla Società di Medicina ad indirizzo Estetico Agorà. Per prenotare il proprio screening gratuito è necessario contattare lo sportello nazionale pazienti dalle ore 10:00 alle ore 17:00 al numero 02.83479049.

La Medicina Estetica è prima di tutto medicina preventiva: indaga i fattori che l’hanno determinata e interviene evitando che degeneri in patologia venolinfatica trattandone quindi la causa e, solo in un secondo momento, agendo sull’inestetismo, correggendo le irregolarità con trattamenti personalizzati.

“Agorà ha deciso di promuovere nuovamente la campagna nazionale di prevenzione della “cellulite” in quanto dai dati raccolti durante il mese della prevenzione 2017 è emersa chiaramente la grande confusione legata alla definizione di questa patologia, alle cause della sua comparsa e ai metodi di cura. Dai dati, infatti, è emerso un aumento della P.E.F.S. a causa di un’elevata percentuale di mancato approfondimento diagnostico della stessa da parte dei pazienti che, trascurandola, la considerano come una problematica esclusivamente di tipo estetico. Una P.E.F.S trascurata può degenerare in insufficienza veno-linfatica e in altre patologie più serie come quelle, ad esempio, di tipo posturale.

Esistono quattro stadi evolutivi della “cellulite” (compatta, edematosa, fibrosa e sclerotica), riconoscerne la presenza al primo stadio, quando l’aspetto non è ancora evidente e si può intervenire con migliori risultati, è fondamentale” spiega l’esperto, il Prof. Alberto Massirone, Presidente di Agorà.

Condividi: